Scuola

E’ il 1983 quando alcune famiglie, desiderose di dare ai propri figli un’educazione coerente con l’educazione familiare, decidono di dare vita ad una scuola elementare privata. Una di quelle mamme, già laureata, prende il diploma di maestra e così con undici bambini prende il via la scuola elementare “il bosco”.
Sono gli anni eroici di Solidarnosc ed è proprio una frase degli operai di Danzica a ispirare il nome della Cooperativa che gestisce la scuola: “La solidarietà è un enorme bosco piantato dalle coscienze ridestate”.

E’ l’idea di un seme che cresce. Non mancano le difficoltà, ma più forte è la convinzione che l’educazione dei figli è la prima e più grave responsabilità per una famiglia: “Mandateci in giro nudi, ma lasciateci la libertà di educare”, diceva uno slogan ancora attuale.

Così, a prezzo di molti sacrifici e con l’ausilio di una fervida fantasia che fa moltiplicare le iniziative di sostegno, pian piano Il Bosco mette radici e comincia a crescere. Si compie il ciclo delle elementari e si decide di istituire la scuola media. Nel frattempo la scuola ha posto sede in mezzo al verde di Montericco, luogo ideale per il centro estivo, che nel tempo delle vacanze offre ai bambini un modo piacevole di vivere il tempo libero e alle famiglie, un servizio prezioso. Ci si rende conto che un ambito educativo nato dall’aver preso sul serio un proprio bisogno – offrire ai propri figli un ambiente educativo più corrispondente alle proprie attese – diventa, senza bisogno di particolari strategie, risposta ai bisogni di molte altre famiglie. Se gli anni Ottanta possono essere ricordati come gli anni eroici dell’inizio, gli anni Novanta sono quelli in cui la scuola incontra la città che si accorge di avere nella scuola di Montericco un “polmone” che offre un ambiente educativo dove l’attenzione alla persona e al bene di ogni singolo alunno si coniuga con il rigore didattico.

Nel 1997 apre la prima sezione di Scuola dell’Infanzia, anche per rispondere ad un bisogno crescente presente nel territorio.

Nello stesso anno il Vescovo Diocesano Mons. Giuseppe Fabiani riconosce la Scuola San Giovanni Bosco, Scuola Cattolica a tutti gli effetti.

Oggi, dopo trent’anni, la Cooperativa Sociale Il Bosco gestisce cinque diverse attività educative: Scuola dell’infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I grado “San Giovanni Bosco”, doposcuola e centro estivo ed è quindi uno dei poli formativi presenti nella città che garantisce una continuità dalla scuola materna alle medie con un obiettivo: offrire un ambiente educativo attento alle esigenze della famiglia, dei bambini e dei ragazzi.

Non è venuta meno, anzi si è approfondita riempiendosi di esperienza, la passione per un cammino comune che vede la partecipazione di insegnanti, personale della scuola, genitori e alunni, con lo scopo unico di fare esperienza della bellezza e della positività della realtà, sviluppando i doni di ognuno e imparando insieme ad usare la ragione come apertura a tutti i fattori del reale. Questo scopo così vissuto, ci ha reso sempre più consapevoli del valore della libertà in campo educativo e della decisiva importanza che ha l’educazione dei giovani per il futuro loro e del nostro Paese.